File F: da mera rendicontazione a strumento di ricerca anche per farmaci innovativi

Direttore della Farmacia Ospedaliera presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano – Dott. Vito Ladisa

Il File F organizzato in Regione Lombardia ha costituito un modello di riferimento per le altre Regioni, grazie alle costanti implementazioni che sono state apportate nel tempo.
Il suo impiego non solo come strumento di mera rendicontazione economica ma anche per finalità di ricerca e studio hanno consentito l’aggiornamento della struttura organizzativa.
C’è però ancora bisogno di una implementazione e di aggiornamento per essere ancora più adeguato alle nuove necessità.
Anche nel caso di specificità terapeutiche come quella dei radiofarmaci, si rende necessaria una ulteriore miglioramento, soprattutto per gli aspetti organizzativi correlati con particolare riferimento a prodotti ad alto tasso di innovatività, recentemente introdotti sul mercato.
L’implementazione del file F, che è stata fatta con l’introduzione delle relative stratificazioni per patologia, per caratteristiche di paziente oltreché per prodotto, consente un passo in avanti che all’origine non era stato immaginato: l’utilizzo negli studi di real word e nella farmaco utilizzazione, addirittura con l’incrocio tra dati e informazioni provenienti dai Registri AIFA con quelli derivanti dal File F.